Anche in Premier League oggi hanno fatto i conti con un “eccesso di VAR” Anche in Premier League oggi hanno fatto i conti con un “eccesso di VAR”
Anche in Inghilterra, da questa stagione, è stato introdotto il VAR per le partite di Premier League, dopo le sperimentazioni dell’anno scorso in varie... Anche in Premier League oggi hanno fatto i conti con un “eccesso di VAR”

Anche in Inghilterra, da questa stagione, è stato introdotto il VAR per le partite di Premier League, dopo le sperimentazioni dell’anno scorso in varie coppe.

Eppure, a quanto pare, nella terra di Sua Maestà la Regina non tutti sono contentissimi dell’introduzione della tecnologia, e spesso ci sono state polemiche nella sua applicazione.

In particolare, poi, gli arbitri inglesi sembrano farne un uso molto più “leggero” rispetto a quello che se ne fa in Italia e nelle coppe europee, ed è facile notare come il VAR intervenga solo in caso di errori ritenuti clamorosi.

Oggi, però, in Tottenham-Sheffield United, anche gli inglesi hanno potuto sperimentare un caso di “eccesso di VAR”, che da quelle parti non si vede spesso: un gol dello Sheffield è stato infatti annullato dopo quasi 5 minuti di consultazione delle immagini, per trovare un fuorigioco di pochissimi millimetri e che, anche con le linee tracciate al computer, sembra tutto tranne che evidentissimo.

C’è anche da dire che la situazione di offside non è arrivata direttamente sul gol, ma nello sviluppo dell’azione.

I tifosi dello Sheffield, ma anche molti tifosi neutrali, non l’hanno presa benissimo: molti si chiedono infatti se lo scopo del VAR sia questo, quello di vivisezionare azioni a caccia di millimetri di fuorigioco, trasformando lo spirito del gioco.

Sono tanti gli opioninisti inglesi che pensano che questo utilizzo scientifico del VAR tolga emozione e poesia al gioco, come dimostrano le trasmissioni televisive e molti tweet e messaggi sui social network. “Cosa è successo a questo gioco?“, è la domanda più ricorrente.

E, come detto, il sentimento popolare dei tifosi della Premier è pressoché unanime:

Gli inglesi, sempre molto attenti a queste cose, non sembrano amare particolarmente la tecnologia VAR, o almeno preferirebbero un loro utilizzo solo nei casi più clamorosi ed evidenti…