Alla scoperta di Mauricio Lemos,  il nuovo acquisto del Sassuolo Alla scoperta di Mauricio Lemos,  il nuovo acquisto del Sassuolo
Da qualche giorno se ne parlava insistentemente e alle 16 di questo pomeriggio è arrivata l’ufficialità direttamente dal Las Palmas: Mauricio Lemos, difensore centrale... Alla scoperta di Mauricio Lemos,  il nuovo acquisto del Sassuolo

Da qualche giorno se ne parlava insistentemente e alle 16 di questo pomeriggio è arrivata l’ufficialità direttamente dal Las Palmas: Mauricio Lemos, difensore centrale uruguaiano classe 1995, è un nuovo giocatore del Sassuolo.

A molti di voi questo nome dirà poco o nulla ma Paolo Mauricio Lemos Merladett è considerato uno dei giovani difensori più promettenti di tutto il panorama calcistico tanto che l’anno scorso il Barcellona si mosse seriamente per acquistarlo.

Alla fine non se ne fece nulla ma non per volontà del Barcellona bensì perchè il giocatore, dopo l’ottima annata al Las Palmas sotto la guida di Satien, culminata con la salvezza, decise di rifiutare il trasferimento per essere sicuro di giocare e recitare un ruolo da protagonista.

Purtroppo per lui l’annata attuale del Las Palmas, almeno per il momento, è stata assolutamente disastrosa sotto tutti i punti di vista e anche Lemos non è stato risparmiato dalle critiche di tifosi e addetti ai lavori.

In ogni caso se non lo conoscete vi presentiamo brevemente le sue caratteristiche, che lo rendono un prospetto molto interessante soprattutto per una piazza come quella di Sassuolo.

La cosa che prima di tutte balza all’occhio vedendo Lemos è la sua imponente stazza fisica, in virtù dei 187 centimentri di altezza e 80 chili di peso. È dotato di un’ottima tecnica di base che lo agevola nella fase di impostazione dell’azione e lo rende particolarmente temibile sui calci piazzati.

Nonostante per sua stessa ammissione dica di ispirarsi ad un monumento difensivo uruguaiano come Diego Godin, le sue caratteristiche sono più simili a quelle di difensori centrali che prediligono l’impostazione ed il lancio piuttosto che la marcatura: due nomi su tutti Bonucci e David Luiz.

I quasi 190 centimetri lo aiutano molto sul gioco aereo, dove spesso è dominante sul diretto avversario ma lo penalizzano per quel che riguarda la velocità di base, forse il suo più grande difetto nonostante riesca a sopperire con un buon senso della posizione.

Per molti addetti ai lavori il suo approdo al Sassuolo, visto il recente interesse del Barcellona con conseguente lievitazione del prezzo, è stato una vera sorpresa e potrebbe rivelarsi un grandissimo colpo per i neroverdi.

Dopo l’annuncio del ritiro di Paolo Cannavaro gli emiliano non hanno perso tempo e si sono assicurati questo calciatore molto interessante; vedremo se Iachini se la sentirà di buttarlo subito nella mischia o preferirà aspettare il tempo necessario per l’ambientamento ad un campionato molto diverso, soprattutto per quel che riguarda la fase difensiva.