Un algoritmo ha previsto le partecipanti alla Champions League 2019/20 Un algoritmo ha previsto le partecipanti alla Champions League 2019/20
Aprile, tempo di verdetti nel mondo del calcio; molti dei campionati nazionali più importanti hanno già un vincitore designato, così come in coda diverse... Un algoritmo ha previsto le partecipanti alla Champions League 2019/20

Aprile, tempo di verdetti nel mondo del calcio; molti dei campionati nazionali più importanti hanno già un vincitore designato, così come in coda diverse squadre sono ormai condannate alla retrocessione (talvolta assolutamente imprevista, com’è capitato in Premier League), ma la corsa Champions League è ancora apertissima in quasi ogni torneo.

Il sito FiveThirtyEight, tramite un algoritmo complesso che tiene conto di diverse variabili quali il valore assoluto di una squadra, il suo stato di forma e le avversarie che incontrerà da qui a fine campionato, stila al termine di ogni giornata la probabile classifica finale dei maggiori campionati europei e non.

Ecco allora, estrapolate dalle varie classifiche nazionali, le probabili partecipanti alla Champions League 2019/20, con la percentuale di qualificazione. Sono ovviamente escluse le sei squadre che staccheranno il pass per la prossima Champions attraverso i preliminari o vincendo Champions ed Europa League.

Spagna

  1. Barcellona (>99%)
  2. Atletico Madrid (>99%)
  3. Real Madrid (>99%)
  4. Siviglia (32%)

L’algoritmo di FiveThirtyEight non crede nelle favole Getafe (attualmente 4°) e Deportivo Alaves (5°), ai quali assegna rispettivamente il 28% e il 7% di chance di raggiungere il quarto posto, preferendogli il più attrezzato Siviglia nonostante l’attuale settimo posto in classifica.

Inghilterra

  1. Manchester City (>99%)
  2. Liverpool (>99%)
  3. Arsenal (73%)
  4. Tottenham (65%)

Oltre a preconizzare il sorpasso di Guardiola su Klopp, le statistiche confermano la classifica attuale e dunque l’esclusione di Manchester United (18%) e Chelsea (44%), motivo in più per Maurizio Sarri per dare l’assalto all’Europa League.

Italia

  1. Juventus (100%)
  2. Napoli (>99%)
  3. Inter (76%)
  4. Lazio (45%)

La Juventus, assieme al Psg, è l’unica squadra matematicamente qualificata alla prossima Champions, mentre è impossibile non notare l’assenza del Milan (33%) nonostante i 4 punti di vantaggio sulla Lazio (che ha però due partite in meno), speranze ridotte al lumicino per Atalanta (26%) e soprattutto Roma (13%).

Germania

  1. Bayern Monaco (>99%)
  2. Borussia Dortmund (>99%)
  3. Lipsia (90%)
  4. Eintracht Francoforte (69%)

Tutto confermato in Bundesliga, a parte il sorpasso in vetta del Bayern sul BVB, con l’Eintracht che salvo passi falsi si appresta a tornare nella massima competizione continentale dopo quasi 60 anni d’assenza.

Francia

  1. Paris Saint-Germain (100%)
  2. Lille (95%)

Nessuna sorpresa nemmeno in Ligue 1: già qualificato il Psg, dovrebbe essere il Lille a spuntarla per la qualificazione diretta, col Lione a sua volta quasi certo dell’accesso ai preliminari.

Russia

  1. Zenit (92%)
  2. Krasnodar (65%)

Bagarre totale dietro allo Zenit: FiveThirtyEight premia il soprendente Krasnodar, ma sia il Lokomotiv che il CSKA Mosca hanno concrete possibilità di soffiargli il posto, con lo Spartak a fare da outsider.

Portogallo

  1. Benfica (56%)

Equilibrio assoluto in Liga Nos, con Benfica e Porto appaiate in testa alla classifica; l’algoritmo premia le Super Aquile, anche in virtù delle due vittorie negli scontri diretti.

Belgio

  1. Club Brugge (49%)

Nonostante l’attuale primo posto del Genk (38%) nel girone delle 6 squadre meglio qualificate, dovrebbe essere il Bruges a spuntarla alla fine, con qualche chance residua per l’Anderlecht (10%).

Turchia

  1. Istanbul Basaksehir (88%)

Si profila il primo storico titolo nazionale per il club prediletto da Erdogan, vittoria che significherebbe accesso diretto alla fase a gironi di Champions League. Decisamente difficile ipotizzare una rimonta del Galatasaray (12%).

Ucraina

  1. Shakhtar Donetsk

L’analisi non copre statisticamente il campionato ucraino, ma con 7 punti di vantaggio sulla Dinamo Kiev è verosimile immaginare la squadra di Fonseca ancora una volta ai nastri di partenza della Champions.

Ai nastri di partenza troveremo dunque: Barcellona, Atletico, Real, Siviglia, City, Liverpool, Arsenal, Tottenham, Juventus, Napoli, Inter, Lazio, Bayern, Dortmund, Lipsia, Eintracht, Psg, Lille, Zenit, Krasnodar, Benfica, Bruges, Basaksehir e Shakhtar. Che ne pensate? Vi aspettate un verdetto diverso?

Alex Campanelli
Twitter: @Campanelli11