Alexander Isak è finalmente tornato a splendere Alexander Isak è finalmente tornato a splendere
Quando ieri pomeriggio, nella partita contro lo Zwolle, Alexander Isak ha battuto Mickey van der Hart allo scoccare esatto dell’ora di gioco, probabilmente non... Alexander Isak è finalmente tornato a splendere

Quando ieri pomeriggio, nella partita contro lo Zwolle, Alexander Isak ha battuto Mickey van der Hart allo scoccare esatto dell’ora di gioco, probabilmente non sapeva di essere entrato nella storia della Eredivisie, un campionato in cui era arrivato quasi per caso, sul finire del gennaio del 2019, dopo aver vissuto mesi difficili.

Quello segnato ieri contro lo Zwolle, infatti, è stato il dodicesimo gol messo a segno da Isak nelle sue prime 12 partite giocate nel campionato olandese: un record di precocità, un’impresa che non era riuscita nemmeno ad altri grandi e gloriosi attaccani transitati da quelle parti, come Romario, Ronaldo, Luis Suarez o Zlatan Ibrahimovic, il suo connazionale più illustre.

Il nome di Alexander Isak, nel gennaio del 2017, era salito agli onori delle cronache, visto che il Borussia Dortmund aveva deciso di investire su di lui, all’epoca nemmeno maggiorenne, 8 milioni e mezzo di euro.

L’attaccante svedese classe 1999 era così diventato oggetto di dibattiti e curiosità piuttosto accese, ma non si era mai visto con continuità nella prima squadra dei gialloneri e in realtà anche nella seconda squadra non aveva fatto grandi cose.

Quest’anno Lucien Favre non lo ha mai convocato con la prima squadra, e lui ha giocato 11 partite, segnando 5 gol, con la seconda squadra, prima che il Willem II arrivasse a chiederlo in prestito negli ultimi giorni del mercato di gennaio.

Mai scelta fu più saggia, perché Isak, appena arrivato in Olanda, sembra essere rinato, sembra aver ritrovato quella fiducia che si era smarrita e soprattutto ha cominciato a segnare a raffica.

Come detto, dodici gol nelle prime dodici presenze in Eredivisie, una tripletta su rigore, e un gol, quello segnato al Feyenoord, che esemplifica tutte le caratteristiche migliori di questo ragazzo.

Fisico e tecnica, in Isak, convivono alla perfezione, e lui sfrutta le sue lunghe leve per attaccare gli spazi in profondità con un’efficacia tremenda; spazi che, in Eredivisie, di certo non mancano, e che quindi esaltano le sue doti.

A fine stagione il Borussia Dortmund dovrà decidere del suo futuro, e chissà che questi 6 mesi olandesi non abbiano fatto cambiare idea a Favre, pronto a lanciare un altro giovanissimo con la maglia giallonera.

Valerio Nicastro
twitter: @valerionicastro

Related Posts

La UEFA ha deciso di tutelare finalmente i tifosi in trasferta

2019-08-30 13:49:14
delinquentidelpallone

18

Klaas Jan Huntelaar finalmente ce l’ha fatta

2019-05-16 16:12:49
delinquentidelpallone

18

Tammy Abraham sembra finalmente pronto per la Premier League

2019-02-21 15:37:53
delinquentidelpallone

18

Finalmente Dalbert

2019-02-07 11:09:31
delinquentidelpallone

18

Martin Ødegaard sta finalmente venendo fuori

2019-01-19 10:47:35
delinquentidelpallone

18

Manuel Neuer ha finalmente fatto una parata

2018-11-11 09:58:25
delinquentidelpallone

18

La partita epica di Trent Alexander-Arnold contro il City

2018-04-05 09:34:33
delinquentidelpallone

18