Al Thumama: rivelato uno dei gioielli che ospiteranno i Mondiali in Qatar Al Thumama: rivelato uno dei gioielli che ospiteranno i Mondiali in Qatar
Sì, lo sappiamo, il 2022 è ancora molto lontano e possono succedere tantissime cose ma in quell’anno sono previsti i Mondiali di calcio in... Al Thumama: rivelato uno dei gioielli che ospiteranno i Mondiali in Qatar

Sì, lo sappiamo, il 2022 è ancora molto lontano e possono succedere tantissime cose ma in quell’anno sono previsti i Mondiali di calcio in Qatar, assegnazione che ha destato non poche polemiche.

Questa edizione del 2018, per i pochi che non lo sapessero, si terrà in Russia e vi abbiamo svelato nei mesi scorsi gli impianti che ospiteranno la manifestazione, che nel frattempo sono stati quasi tutti ultimati.

Per i Mondiali in Qatar i lavori sono già iniziati con largo anticipo e le strutture destinate ad ospitare la manifestazione sono sette, una delle quali,il Khalifa International Stadium di Doha, è già stato ultimato.

Oggi vogliamo presentarvi quello che secondo molti è destinato ad essere il fiore all’occhiello delle infrastrutture in cui si giocherà la rassegna: stiamo parlando dello stadio Al Thumama.

Queste le immagini di uno degli impianti che ospiterà (a meno di sorprese) il Mondiale 2022.

La sede è poco distante da Doha e la capienza sarà circa di 40.000 spettatori. Secondo le idee degli organizzatori dovrebbe ospitare le partite dei gironi fino ai quarti di finale, mentre alcuni dicono che potrebbe addirittura ospitare una delle due semifinali.

Una delle cose più peculiari dell’impianto, che balza subito all’occhio guardandolo dall’esterno, è la sua caratteristica forma, dichiaratamente ispirata al copricapo caratteristico del mondo arabo, il gahfiya.

 

Questo impianto sarà inoltre dotato di moltissimi comfort e di una tecnologia all’avanguardia in grado di controllare la temperatura per portarla ad una condizione ottimale. Una delle critiche più grandi riguardante l’assegnazione dei Mondiali in Qatar è stata proprio quella relativa alle condizioni climatiche, in quanto giocare in quel periodo in quell’area geografica potrebbe rappresentare un grosso problema.

Ecco che quindi l’Al Thumama sarà dotato di un avanzatissimo sistema di condizionamento in grado di portare la temperatura all’interno della struttura fino a 18 gradi, ricreando le condizioni ottimali per lo svolgimento di una partita di calcio.

Questo stadio verrà creato appositamente per ospitare la manifestazione e una volta finiti i Mondiali lascerà posto ad altre infrastrutture, sempre legate allo sport ma non solo, che sorgeranno in quell’area.

Nei prossimi mesi verranno rivelati i progetti delle restanti strutture, che si preannunciano assolutamente all’avanguardia da un punto di vista ingegneristico-tecnologico.

Intanto che ve ne pare di questo gioiellino?