Il nuovo format degli Europei, e conseguentemente quello delle qualificazioni, ha allargato di parecchi posti la platea delle contendenti per un posto a Euro...

Il nuovo format degli Europei, e conseguentemente quello delle qualificazioni, ha allargato di parecchi posti la platea delle contendenti per un posto a Euro 2020.

Quindi, se vedere qualche big – come successo a Italia e Olanda nell’ultima edizione – fuori dai Mondiali può non essere una grandissima sorpresa, vedere qualche squadra nobile del calcio mondiale fuori dai prossimi Europei sarebbe un vero e proprio fatto clamoroso. Ecco, dopo questa breve ma necessaria promessa, immaginate cosa potrebbe succedere se la Germania dovesse rimanere fuori dai prossimi Europei.

Già, perché questo è lo scenario che potrebbe prospettarsi questa sera, dopo i 90 minuti di Windsor Park a Belfast: la Germania va a giocare in casa dell’Irlanda del Nord, al momento capolista del girone a punteggio pieno, dopo la batosta presa qualche giorno fa dall’Olanda. Non vincere stasera, o peggio perdere, potrebbe lasciare i tedeschi in un mare di guai.

Al momento l’Irlanda del Nord è prima a quota 12, mentre la Germania insegue a quota 9. L’Olanda è dietro, a 6 punti, ma ha giocato una partita in meno rispetto alle altre due, e stasera va in Estonia.

Per questo motivo, stasera a Belfast l’ambiente sarà carico e l’atmosfera elettrica, perché i tifosi nordirlandesi sanno che questa può essere una partita cruciale, una di quelle in cui si fa la storia, anche e soprattutto per via dell’avversario che avranno di fronte.

Joachim Low predica calma, ma nel frattempo il suo processo di rinnovamento e ringiovanimento della nazionale, dopo il disastro di Russia 2018, procede a singhiozzo, con ottime indicazioni alternate a preoccupanti blackout. Stasera, però, davanti al primo vero bivio sulla strada della nuova Germania, vedremo quale sarà il futuro di questa squadra.