A Parma è scoppiato il caso Karamoh A Parma è scoppiato il caso Karamoh
Yann Karamoh è arrivato a Parma quest’estate, con molte aspettative e gli occhi di tutti puntati addosso. Il giovane talento francese, dopo l’esperienza anonima... A Parma è scoppiato il caso Karamoh

Yann Karamoh è arrivato a Parma quest’estate, con molte aspettative e gli occhi di tutti puntati addosso.

Il giovane talento francese, dopo l’esperienza anonima all’Inter e una un po’ più confortante in patria, era atteso al riscatto, doveva dimostrare di poter essere determinante anche in Serie A, e la squadra di D’Aversa sembrava essere quella che poteva offrirgli la chance migliore.

Ma, dopo la primissima parte di stagione, Karamoh sembra non trovare grande spazio nella squadra emiliana: per lui finora ci sono stati solamente 18 minuti in Coppa Italia contro il Venezia e 11 contro la Juventus nell’esordio in campionato.

Al momento, il tecnico del Parma sembra preferirgli un altro giovane, Kulusevski, che sta convincendo in queste prime uscite. E, a quanto pare, Karamoh non l’avrebbe presa benissimo.

L’attaccante francese, infatti, avrebbe collezionato una lunga serie di ritardi agli allenamenti, fino all’episodio di ieri, quando Karamoh non si è proprio presentato all’allenamento, scatenando la reazione del Parma che ha diramato un comunicato ufficiale piuttosto duro:

“Yann Karamoh, dopo i ripetuti e reiterati ritardi agli allenamenti nelle scorse settimane, nella giornata odierna non si è presentato all’allenamento. La società, che ha sempre messo il rispetto delle dinamiche di gruppo davanti ad ogni interesse individuale, provvederà a sanzionare il giocatore per la violazione delle norme disciplinari, riservandosi ogni diritto a sua tutela”.

Una situazione che promette di avere delle conseguenze disciplinari anche piuttosto pesanti per Karamoh, la cui stagione, a questo punto, sembra farsi ancora più in salita.