8 frasi di Bonucci che avevano fatto innamorare (e illudere) i tifosi della Juve 8 frasi di Bonucci che avevano fatto innamorare (e illudere) i tifosi della Juve
L’estate 2017 del tifoso bianconero medio non si può decisamente definire tranquilla. La sconfitta di Cardiff e i suoi interminabili strascichi, le voci di... 8 frasi di Bonucci che avevano fatto innamorare (e illudere) i tifosi della Juve

L’estate 2017 del tifoso bianconero medio non si può decisamente definire tranquilla.

La sconfitta di Cardiff e i suoi interminabili strascichi, le voci di mercato su Alex Sandro, l’imprevista partenza di quel Dani Alves che nel giro di una stagione ha sedotto e abbandonato la Juve, il tutto controbilanciato dall’entusiasmo derivante dall’arrivo di Douglas Costa.

Il bicchiere poteva sembrare mezzo pieno, fino a un paio di giorni fa.

Bonucci via dalla Juventus, Bonucci capitano del Milan, Bonucci ceduto a una cifra di poco superiore a quelle sborsate da Inter e Chelsea per Skriniar e Rudiger, Bonucci che ha spinto per andare via.




Tornate indietro nel tempo, se aveste letto queste frasi una settimana fa vi sareste messi a ridere, l’avreste prese per uno scherzo di cattivo gusto.

Un colpo al cuore fortissimo per tutti gli juventini, che (a ragione) fino a pochi giorni fa vedevano nel numero 19 la personificazione dello stile Juve, mettendolo su un piedistallo assieme a bandiere come Buffon, Chiellini e Marchisio.

Oggi abbiamo deciso di raccogliere le 8 frasi che avevano fatto entrare Bonucci nel cuore dei bianconeri, e che magari avevano fatto credere anche ai tifosi delle altre squadre che Leonardo non avrebbe mai lasciato Torino.

Non tanto per girare il coltello nella piaga, quanto per rimarcare che il calcio romantico che piace a noi, quello fatto di valori veri, bandiere e grandi amori, ha subito l’ennesimo duro colpo.

Approdare alla Juventus è sicuramente il coronamento di un sogno, ma anche un punto di partenza per diventare grande insieme alla Juve (…) Le vacanze possono aspettare, non vedo l’ora di iniziare“. – (28 giugno 2010, prime parole di Leonardo Bonucci da giocatore della Juventus)

Sono juventino da sempre. Famiglia interista? Io ero la pecora nera. Ricordo ancora quando perdemmo la Champions League ’98 con un gol di Mijatovic in fuorigioco. Notte di rabbia e pianto. Quando sono andato all’Inter ho dovuto portare la croce“. – (19 ottobre 2012, sul Corriere della Sera Bonucci si difende dalle “accuse” riguardo a una presunta fede nerazzurra)

(9 febbraio 2013, Bonucci, squalificato, si unisce agli ultras bianconeri in curva sud intonando cori in favore della sua squadra)

Per me sarebbe un onore chiudere la mia carriera alla Juventus, l’ho sempre detto. Ma se un giorno mi dovessero dire che non faccio più parte di questa famiglia ne prenderò atto”. – (10 gennaio 2014, Bonucci a Sky il giorno dopo Juventus-Roma 3-0, gara decisa anche da una sua rete)

La mentalità della Juve ti ispira tutti giorni. È in tutto quel che fai. Ed è contagiosa. Dobbiamo vincere sempre. La nazionale ha la fortuna di poter contare sul blocco bianconero“. – (13 giugno 2016, Bonucci a l’Equipe il giorno dell’esordio dell’Italia a Euro 2016 contro il Belgio)

Football GIF - Find & Share on GIPHY

Ho rinnovato fino al 2021. Ho scelto la casa dove sono cresciuto e diventato grande tra i grandi. Vestirò ancora il mio 19 con orgoglio bianconero. Ancora, Fino alla Fine, un solo obiettivo: continuare a vincere!“.- –  (19 dicembre 2016, Bonucci commenta su Facebook il suo rinnovo con la Juventus)

C’è tanta Juventus in me, è una questione di cuore e di pelle. Ogni volta che indosso la maglia mi trasferisce un’energia incredibile. Spero di essere importante per la Juventus, quanto la Juventus lo è per me. Quando ti cerca uno degli allenatori più importanti del mondo e ti mostra tanto rispetto e tanto apprezzamento è difficile dire di no. Ha prevalso il cuore“. – (30 gennaio 2017, Bonucci smentisce così le voci riguardanti il suo possibile passaggio al Manchester City)

300 sono le volte in cui indossando questa gloriosa maglia mi sono sentito responsabilizzato a difenderla da tutto e tutti.  Quando scendi in campo con questa maglia addosso porti con Te milioni di tifosi che come Te vogliono solo una cosa: VINCERE“. – (17 febbraio 2017, Bonucci festeggia le sue 300 presenze con la maglia bianconera)

A cura di Alex Campanelli (@Campanelli11) e Filippo Sanviti