Questa sera, all’Allianz Arena, va in scena l’ennesima sfida tra due modi opposti di vedere il calcio. Quello di chi pensa all’appagamento estetico, che...

Questa sera, all’Allianz Arena, va in scena l’ennesima sfida tra due modi opposti di vedere il calcio. Quello di chi pensa all’appagamento estetico, che vuole andare in porta con la palla e che crede che giocare palla a terra e fare 5000 passaggi a partita sia divertente contro quelli che badano alla sostanza, si arroccano in difesa e sperano di sfangarla votandosi agli dei.

Insomma, stasera Bayern Monaco-Atletico Madrid non è solo una importantissima semifinale di ritorno di Champions League: è l’ennesimo scontro tra due filosofie, il guardiolismo e il cholismo, esattamente opposte. Voi dovreste avere ormai capito da che parte stiamo noi.

E, per convincervi del fatto che il tiqui taca sia una immensa rottura di maroni, abbiamo trovato, così al volo, almeno cinquanta cose che sono molto meno noiose di questo sistema di gioco.

1. I fratelli Karamazov

2. La meditazione zen

3. Il mondo senza Internet

4. Sbucciare le patate

5. Compilare la dichiarazione dei redditi

6. Aspettare il sorgere del sole in riva al mare in una tranquilla mattinata di luglio

7. L’uncinetto

8. La corazzata Potemkin

9. Le interviste di Marzullo a notte fonda, quando non prendi sonno e non lo prenderai neppure dopo

10. Le schermate blu di Windows

11. Il lunedì mattina dopo un ponte

12. La domenica a pranzo dai suoceri mentre in tv si gioca il lunch match Frosinone-Chievo

13. La maieutica socratica

14. I vecchi con il cappello alla guida di una Panda che si piantano davanti a te ai 30 chilometri orari

15. I sommelier

16. Colorado

17. Quelli che ti rompono l’anima con le scie chimiche e la pericolosità dei vaccini

18. Dipingere le staccionate

19. Guardare le stelle cadenti nella notte di San Lorenzo (l’unico San Lorenzo che conosciamo è il Ciclón)

20. Imparare il cirillico

21. I vegani

22. Lo Zumba Fitness

23. Aspettare un cross di Abate fermi in mezzo all’area

24. Le partenze intelligenti il 15 agosto

25. La musica classica

26. La teoria della patente

27. I saggi di danza durante Europei e Mondiali. Magari quando gioca l’Italia

28. La politica monetaria dell’Unione Europea

29. La battaglia navale durante l’ora di religione a scuola

30. La coda alle poste quando è giorno di ritiro pensioni

31. Il nonno che al cenone di Natale vi racconta i tempi belli

32. La filatelia

33. L’invasione delle zanzare ad Agosto

34. I pellegrinaggi a Medjugorje

35. Milan-Carpi

36. La tombola a Natale (e il simpaticone che grida AMBO al primo numero estratto)

37. Le tappe di pianura del Giro d’Italia

38. Giocare a Nomi, Cose e Città. E finire a fare a schiaffi per colpa del delinquente che si inventa le parole (di solito siete proprio voi)

39. Andare a fare shopping la domenica pomeriggio, proprio nel centro commerciale in cui non prende nemmeno la radiolina per sentire Tutto il calcio minuto per minuto

40. L’apericena

41. L’Angelus del Papa

42. Il calcetto in nove

43. Le maratone elettorali del direttorissimo Mentana

44. Quarantacinque minuti di dialogo con una fashion blogger

45. La Formula Uno (quella moderna, perchè quella di una volta era bellissima e volava pure qualche ceffone)

46. Il tressette online

47. Sedici ore in fila a giocare a Monopoli, senza nemmeno imbrogliare

48. Il tetris

49. La sezione del gossip su Studio Aperto

50. Radio Maria