Ogni giornata di campionato regala -inevitabilmente- delle sorprese. Degli avvenimenti imprevedibili sui quali non avremmo osato scommettere un centesimo e invece, guarda un po’,...

Ogni giornata di campionato regala -inevitabilmente- delle sorprese. Degli avvenimenti imprevedibili sui quali non avremmo osato scommettere un centesimo e invece, guarda un po’, forse avremmo fatto proprio bene a scommetterci su. O magari avvenimenti che avremmo dovuto interpretare, sapere che stavano per succedere, e provare quantomeno a lanciarci in una scommessa in live da bravi predatori.

E anche in questa ventiquattresima giornata, non sono mancate le sorprese. Ecco le 5 cose che più ci hanno sorpreso in questa strana giornata di campionato.

La tripletta di Inglese

Questo matto campionato continua a proporci materiale per la rubrica “gente che non ci saremmo mai e poi mai aspettati avrebbe fatto una tripletta”. Qualcuno poi fa anche poker. Dopo Falcinelli due giornate fa, dopo il poker di Parolo settimana scorsa, oggi è toccato a Bob English, al secolo Roberto Inglese, iscriversi al club dei triplettisti.

Lo ha fatto dopo aver sbagliato un rigore. Se per caso avevate giocato lui primo marcatore, la soddisfazione sarà stata doppia. Se avete puntato ancora su di lui in live, bé, allora avete proprio fatto centro.

Il 5-3 di Torino-Pescara

Il Pescara ci ha abituato a prendere caterve di gol, vero. E anche ieri, a Torino, la squadra abruzzese è partita con il botto, andando sotto in un amen e riuscendo addirittura a farsi infilare da Ajeti. Lo ripetiamo: FARSI
INFILARE
DA
AJETI.

Ecco, poi, sul 5-0, il Torino si è rilassato, e il Pescara, senza motivo alcuno, è rientrato fino al 5-3. Giusto per fare un favore alle coronarie dei poveri cristi che hanno deciso di seguire questa partita scommettendo in live su “Prossimo Goal”.

Un altro rigore sbagliato da Dzeko

Vabbè, Edin, fai come ti pare. Qui c’è gente che gioca al Fantacalcio e che avrebbe piacere -molto- se tu cominciassi a segnare anche i rigori. Noi, un altro rigore sbagliato, non ce lo saremmo proprio aspettati. Per questo, in fondo, è arrivato come una coltellata dritta al cuore.

Per fortuna poi il bosniaco si è fatto perdonare segnando il gol del 2-0. Senza comunque salvare l’over 2.5 che immaginiamo in parecchi avevano.

Saluti da Edin.

Posted by Delinquenti prestati al mondo del pallone on Sonntag, 12. Februar 2017

Il gol di Giaccherini

Callejon squalificato.

Un bel turnover in vista della trasferta al Bernabeu, contro il Real Madrid.

Un avversario non irresistibile come il Genoa.

Insomma, noi ci saremmo aspettati un Pavoletti titolare, venerdì contro il Genoa. E invece Sarri ha insistito con i tre piccoli, puntando su Giaccherini che sembrava ormai ai margini delle rotazioni. E Giaccherini, poi, ha pure segnato. E per sfortuna del povero Pavoloso, ormai anche Milik sembra guarito, abile e arruolato.

L’espulsione di Barella

In Cagliari-Juventus, probabilmente, un gol di Gonzalo Higuain ce lo saremmo aspettati. Forse anche due. E ci saremmo aspettati anche che, visto il furore agonistico messo in campo dopo i primi minuti, qualcuno sarebbe finito sotto la doccia (tanto è vero che, se siete stati abbastanza furbi, dopo aver capito l’aria che tirava avete puntato qualcosina su ESPULSIONE SI in live). Ecco, non ci aspettavamo che sarebbe stato il prode Nicolò Barella. Ben fatto, ragazzo!