31-0, l’arbitro fischia la fine della partita. Però poi… 31-0, l’arbitro fischia la fine della partita. Però poi…
Una storia assurda che arriva alle nostre orecchie direttamente dal campionato Giovanissimi provinciali di Bologna, una storia che ha dell’incredibile, anzi, del grottesco. La partita... 31-0, l’arbitro fischia la fine della partita. Però poi…

Una storia assurda che arriva alle nostre orecchie direttamente dal campionato Giovanissimi provinciali di Bologna, una storia che ha dell’incredibile, anzi, del grottesco. La partita è quella tra le formazioni del  Ponte Ronca e  del Persiceto 85, che, sul campo di Ponte Ronca si stanno disputando l’ambita posta dei 3 punti in palio.

Ecco, disputando ma non troppo. I ragazzi in campo stanno mettendo tutto quello che hanno, ma la partita non è propriamente quello che si può definire un match equilibrato. Gli ospiti infatti stanno conducendo sui padroni di casa con il rotondo punteggio di 31-0 e la partita sembra proprio che finirà con la vittoria del Persiceto 85.

arb2L’arbitro, allora, una volta consultati gli allenatori delle due formazioni, visto come stavano andando le cose, decide di fischiare con largo anticipo la fine del match e di mandare i ragazzini negli spogliatoi. Un gesto magnanimo che pone fine alla partita poco equilibrata, ma che alla fine si è risolto in una storia grottesca.

Già, perchè il bello viene ora: la partita, ovviamente, non si poteva sospendere senza motivo, e il giudice sportivo non ha potuto fare altro che non omologare il risultato e ordinare la ripetizione della partita. Beffa delle beffe, l’arbitro della gara è stato pure sospeso. Insomma, forse la prossima volta si farà i fatti suoi e lascerà finire la partita 59-0.