Niente, la spedizione azzurra a Euro 2016 sembra essere partita con i peggiori auspici. Dopo l’infortunio di Claudio Marchisio, ieri è arrivata la notizia...

Niente, la spedizione azzurra a Euro 2016 sembra essere partita con i peggiori auspici. Dopo l’infortunio di Claudio Marchisio, ieri è arrivata la notizia che quasi sicuramente Antonio Conte dovrà fare a meno anche di Marco Verratti, visto che il centrocampista del PSG dovrà operarsi per sconfiggere la fastidiosa pubalgia che lo tormenta.

Insomma, in vista degli Europei che partono tra poco più di un mese, il centrocampo azzurro sembra essere in pessime condizioni. Come fare a superare le difficoltà? Abbiamo pensato a 10 idee da suggerire ad Antonio Conte per disputare gli Europei pur con tutte le assenze a centrocampo.

1. Affidarsi ai lancioni lunghi

Chi ha detto che bisogna per forza impostare la manovra? Alleniamo Gigione a fare i lanci lunghi verso le punte, a Bonucci facciamo fare il regista vero e proprio, così è contento, e a centrocampo piazziamo tre mazzuolatori tipo Sturaro, Peppe Vives e Magnanelli  e andiamo a sfangarla da padroni.

2. Convincere la UEFA a spostare gli Europei alla prossima estate

Tanto è anno dispari, non c’è niente da fare. Sarebbe un bene per tutti. E un anno in più di esperienza sul groppone dei nostri senatori non può che fare bene.

3. Riesumare Dino Baggio e Demetrio Albertini

Non dovrebbe essere un gran problema, gioventù al potere.

4. Scavare una buca bella grossa a centrocampo

Paletta (non Gabriel) e secchiello, piano piano scaviamo una bella buca e speriamo che tutti gli avversari ci caschino dentro. Se non possiamo averlo noi, il centrocampo, allora tanto vale che non possa averlo nessuno. Occhio per occhio. Se serve consulenza, possiamo fare uno squillo a Ricky Maspero.

5. Naturalizzare qualcuno a scelta

Boh, Diawara, Donsah, Duncan, Badu, Felipe Melo, Onazi, Vecino, Dioussè, Paredes, Gucher, va bene tutto. Troviamone un paio, diamogli un nonno molisano e portiamocelo in Francia.

6. Mettere altri tre difensori a centrocampo

A questo punto facciamo gli innovatori tattici, ci inventiamo il Contismo, che prevede 6 difensori in campo, facciamo un 3-3-3-1 (ovviamente l’unica punta è Pavoletti) e andiamo a rivoluzionare il mondo del pallone.

7. Chiedere ai nostri avversari se vogliono giocarsela a tressette

Basta con questo calcio, che noia. Piazziamo un bel tavolo in mezzo al campo, un paio di damigiane di buon vino e giochiamocela a tressette tra bestemmie e schiaffoni in faccia.

8. Prendere in prestisto Fabregas, Matic e Hazard dal Chelsea

Tanto è sempre roba di Antonio Conte, magari acceleriamo anche il processo di conoscenza reciproca. Non dovrebbe essere un problema per nessuno, no? Per la partita contro il Belgio Hazard può fare anche un tempo e un tempo, non ci offendiamo.

9. Inaugurare la linea verde con Sensi, Mazzitelli e Pellegrini

Almeno potremo dare la colpa all’inesperienza e presentarci quindi di nuovo ai Mondiali 2018 (se ci arriviamo) con i vecchiacci di nuovo in prima linea. In alternativa, Capezzi e Barberis a menare le danze, e proviamo a replicare il miracolo Crotone in terra francese.

10. Affidarsi a Thiago Motta e Montolivo

In effetti fa più paura questa di tutte le altre nove ipotesi.