10 gol che poteva segnare solo Roberto Carlos 10 gol che poteva segnare solo Roberto Carlos
Nel corso della sua carriera Roberto Carlos ha reinventato letteralmente il ruolo del terzino (oh, a proposito, ma vi siete mai chiesti come mai... 10 gol che poteva segnare solo Roberto Carlos

Nel corso della sua carriera Roberto Carlos ha reinventato letteralmente il ruolo del terzino (oh, a proposito, ma vi siete mai chiesti come mai i terzini si chiamino proprio così?) e ha messo in campo una personalissima interpretazione del mestiere che in tanti hanno provato a imitare negli anni successivi.

Il brasiliano è stato uno di quei difensori che potevano tranquillamente diventare degli attaccanti aggiunti, e che anzi, facevano della loro spinta in fase d’attacco la loro arma migliore. E, in questo senso, proprio la scuola brasiliana è stata una di quelle che ha contribuito a riscrivere le regole del gioco e a creare intere generazioni di giocatori del genere (basti pensare a Marcelo, che proprio a Madrid ha raccolto, in un certo senso, l’eredità di Roberto Carlos).

Ma a rendere speciale Roberto Carlos non erano solo le sue doti o la sua interpretazione tattica delle partite: il segreto e il fascino di Roberto Carlos erano in quel piede sinistro magico, che sembrava imbottito di tritolo.

Nel corso della sua carriera ha segnato 123 gol in più di 1.000 partite, una media che per un difensore – anche se atipico – è assolutamente straordinaria.

Il merito, ovviamente, è di quel piedino speciale, capace di segnare perle di assoluta bellezza. Come, per esempio, questi 10 gol, alcuni famosi, altri meno, che solo uno come lui poteva essere in grado di segnare.

Direttamente da punizione, al volo, dopo galoppate infinite, da fermo, in corsa: insomma, Roberto Carlos era in grado di segnare in tutti i modi – modi che di solito coinvolgevano una cannonata parecchio forte con il piede sinistro, in effetti – e questi 5 minuti di video dovrebbero essere una dimostrazione sufficiente.