10.000 posti vuoti all’Emirates, oggi. 10.000 posti vuoti all’Emirates, oggi.
State guardando anche voi Arsenal-Hull City, primo match del sabato di Premier League? Bene, e anche voi avete notato che ci sono un bel... 10.000 posti vuoti all’Emirates, oggi.

State guardando anche voi Arsenal-Hull City, primo match del sabato di Premier League? Bene, e anche voi avete notato che ci sono un bel po’ di posti vuoti sugli spalti dell’Emirates Stadium di Londra, no? Bene, il motivo per cui ci sono così tanti seggiolini rossi tristemente vuoti c’è, ed era anche stato annunciato, in effetti.

In settimana, infatti, diversi gruppi di tifosi dell’Arsenal, capeggiati dall’Arsenal Supporters Trust si sono organizzati per protestare contro la gestione di Arsene Wenger, accusato di essere arrivato al punto di non ritorno. Grande gratitudine per quanto fatto dall’allenatore francese negli ultimi anni, ma i pochi trofei vinti negli ultimi anni, a fronte delle tante spese sostenute, sono un motivo sufficiente per far scattare la contestazione.

Secondo i numeri, sono circa 10.000 i tifosi dell’Arsenal in possesso di regolare biglietto o abbonamento stagionale che hanno però deciso di non assistere al match, per radunarsi fuori dall’Emirates e protestare contro Wenger. Una delle frasi ricorrenti, spiega bene la situazione: “Arsène, thanks for the memories, but it’s time to say goodbye“.

Grazie di tutto, ma ora è tempo di farsi da parte, questo il messaggio dei tifosi che sono in protesta oggi.

Naturalmente la decisione non accomuna tutti i tifosi dell’Arsenal, e anche molti personaggi del mondo del calcio inglese si sono schierati in difesa del manager francese.